Home  -   Area Riservata  -   Archivio
EcoMuseo del Pianalto di Romanengo

Sezioni principali del sito

Juniores nazionali girone E, Walter Luchetti e l’avvio sorprendente della Vigor Carpaneto 1922


Intervista al tecnico dei biancazzurri secondi alle spalle del Modena. “La classifica non la guardo, il mio obiettivo è ottenere il meglio dai ragazzi”

Un avvio di stagione sorprendente, considerando anche il gruppo nuovo e giovane, per un inizio di campionato a suon di vittorie (cinque su sei incontri), con un trend ben diverso da quello dell’anno scorso.  Oltre alla prima squadra, al quarto posto in serie D nel girone D, in casa Vigor Carpaneto 1922 i riflettori sono puntati sulla vetrina del vivaio biancazzurro, la formazione Juniores nazionali, militante nel girone E dove attualmente occupa il secondo posto alle spalle del Modena.

In panchina c’è sempre Walter Luchetti, confermato al timone dopo la prima, storica esperienza della Vigor nella serie. Quest’anno, dal girone lombardo (B) si è passati a quello emiliano-romagnolo (E), con tante soddisfazioni nelle prime partite.

“Ho a disposizione – spiega Luchetti – un gruppo nuovo, giovane e questo avvio è una sorpresa. I ragazzi hanno accettato il modo di intendere il calcio e ci mettono passione. Rispetto all’anno scorso, c’è molto gruppo, i ragazzi sono uniti e il resto è una conseguenza”.

Qual è il tuo credo calcistico?

“Voglio vedere la squadra giocare a calcio e impostiamo la manovra da dietro. La classifica non la guardo: il mio obiettivo è ottenere il meglio dai ragazzi. Puntiamo sul possesso palla, poi in questo momento tutto ci riesce bene”.

Capitolo modulo.

“Giochiamo con il 4-3-3, poi sappiamo che è l’organizzazione a fare la differenza. Ivan (Campese, il responsabile del settore giovanile biancazzurro, ndc) ha impostato un lavoro in ottica biennale e abbiamo ragazzi educati e che si rispettano tra loro”.

Come sono i rapporti con la prima squadra?

“Mister Rossini e il suo vice Abbate ci seguono nelle partite casalinghe e vengono a vederci anche diversi giocatori della prima squadra. Per i ragazzi è un aspetto motivazionale importante”.

Dalla Lombardia all’Emilia-Romagna: cos’è cambiato?

“In Lombardia ho visto come quasi tutte le squadre giocano al limite di età, mentre in questo girone, a parte le più blasonate, ci sono tante squadre che come noi schierano anche ragazzi più giovani, come i 2001 e anche 2002”.

Intanto, anche allo stadio alla domenica si parla di voi.

“Ai ragazzi continuo a dire che non guardiamo la classifica, però i complimenti rimangono e un domani faranno piacere. Ora è ancora molto presto. Ho tanti ragazzi che hanno fatto il salto dagli Allievi provinciali alla Juniores nazionali; a tutti dico di tenere sempre i piedi per terra e dare il 300 per cento, perché il 100 non basta”.

Nel vostro avvio maiuscolo c’è stata una partita della svolta?

“Quando abbiamo rimontato in casa da 0-2 a 3-2 in nove  (contro il Lentigione) è stata un’iniezione di fiducia”.

Sabato la Vigor sfiderà il Mezzolara, con il match delle 14,30 che cambierà teatro: si giocherà sul sintetico del “Puppo” B a Piacenza.

 

Nell’immagine Maurizio Hobby Foto, il tecnico degli Juniores nazionali della Vigor Carpaneto 1922 Walter Luchetti

 

Condividi su:
U.S.D. Vigor Carpaneto 1922 - Via San Lazzaro, 1 - 29013 Carpaneto P.no (PC) - P.IVA 01275680336

Home  |   Privacy  |   Cookies  |