Home  -   Area Riservata  -   Archivio
EcoMuseo del Pianalto di Romanengo

Sezioni principali del sito

Serie D girone D, la Vigor Carpaneto 1922 rallenta la corsa della capolista Rimini (2-2)


Sotto 1-0 e 2-1, i biancazzurri mostrano carattere e bel gioco e agguantano il pareggio allo scadere con il rigore realizzato da Rantier. In precedenza, incornata vincente di Tognassi

Se quello conquistato sabato a Montevarchi era un punto assolutamente guadagnato, a maggior ragione lo è quello arrivato contro la prima della classe, fin qui un treno lanciato verso la conquista della Lega Pro. Una Vigor Carpaneto 1922 con carattere, personalità e anche bel calcio rallenta la corsa della capolista Rimini, costretta al 2-2 nel match infrasettimanale al “San Lazzaro”. Sotto prima 1-0 e 2-1, i biancazzurri hanno saputo rispondere colpo su colpo, giocando in particolare un’ottima ripresa anche se non erano mancati gli spunti  di qualità nei primi quarantacinque minuti.

Uno dei temi tattici della partita, i colpi di testa della Vigor su palle inattive, ha portato al momentaneo pareggio di Tognassi, oltre a creare più di un grattacapo alla retroguardia romagnola, che deve ringraziare il portiere Scotti per i prodigiosi interventi. Il gol del definitivo 2-2, invece, è arrivato su calcio di rigore allo scadere, procurato da Sylla tra le proteste riminesi e realizzato dal glaciale Rantier. Alla fine, un punto a testa, con il Carpaneto che ha meritato il risultato positivo, mentre il Rimini può recriminare per non aver chiuso un match che sull’1-0 l’aveva anche visto colpire una traversa.

Per la Vigor, il pareggio d’oro regala il quarto risultato utile consecutivo (tre “x” e una vittoria) e alimenta il trittico iniziato con l’1-1 di sabato a Montevarchi, mentre domenica il mini-ciclo si concluderà con la trasferta a domicilio della Correggese. In classifica, il Carpaneto è sempre dodicesimo, a + 6 sulla zona play out. Dal canto suo, invece, il Rimini deve accontentarsi di un pareggio che vede scendere da 11 a 9 i punti di vantaggio sull’Imolese, anche se prosegue il filotto di risultati utili (quattordici).

LA PARTITA – La Vigor (senza lo squalificato Bernasconi) sceglie il 3-5-2 con Pizza, Tognassi e Fogliazza in difesa, Mastrototaro, Mauri e Abelli a centrocampo, Tinterri e Rossi sugli esterni e la coppia offensiva Rantier-Sylla. Dal canto suo, il Rimini opera un po’ di turnover (preannunciato alla vigilia) e gioca con il 3-4-2-1 che vede Arlotti e Cicarevic a supporto di Traini.

Il minuto numero sei è già spartiacque: corner dalla destra di Mauri, Mastrototaro conclude da distanza ravvicinata ma Scotti è bravo a respingere. Da lì si innesca il contropiede del Rimini, ben gestito soprattutto da Pasquini che va al tiro; Mercuri respinge e sulla ribattuta Arlotti è lesto a insaccare per l’1-0 biancorosso.

Nonostante la beffa subita, il Carpaneto prova a reagire e al 22’ Sylla arriva con un secondo di ritardo sulla bella verticalizzazione di Abelli, con Scotti che sventa il pericolo. Cinque minuti dopo, l’attaccante senegalese non attacca al meglio lo spazio nel cuore dell’area sulla deliziosa palla messa in mezzo dalla sinistra da Mauri su suggerimento di Tinterri. Le palle inattive, invece, rendono pericoloso il Rimini, con i piedi di Righini che innescano gli avanti biancorossi. Al 36’ una punizione dal vertice destro dell’area trova l’incornata di Traini che centra la traversa, con lo stesso attaccante che nel minuto di recupero (dopo una punizione dal limite non fischiata alla Vigor al 40’ per fallo su Rossi) calcia a effetto da fuori area: tiro fuori.

Nella ripresa, al 53’ il Rimini perde per infortunio Pasquini, sostituito da Mazzavillani, poi dopo quattro minuti è il Carpaneto ad avere una chance con Sylla, ma la sua incornata sull’assist di Fogliazza termina alta. I due allenatori mischiano le carte a centrocampo (Minasola per Abelli e Montanari per Righini), poi al 65’ arriva l’azione decisiva: assist di Mastrototaro, incornata di Sylla e miracolo di Scotti che vola e devia in corner. Angolo battuto dalla destra di Mauri e colpo di testa vincente di Tognassi per l’1-1. I romagnoli corrono ai ripari e inseriscono bomber Buonaventura (14 gol fin qui), ma al 72’ è uno stacco poderoso di Vesi su corner di Guiebre (deviato) a far venire i brividi alla Vigor. Il nuovo entrato, però, regala il nuovo vantaggio (posizione dubbia di fuorigioco) agli ospiti al 76’ sfruttando il velo di Guiebre e il cross dalla sinistra di Arlotti. Ancora una volta, il Carpaneto è pericoloso sulle palle inattive e due minuti dopo un’incornata di Rantier trova il miracolo di Scotti che salva porta e risultato. All’85’ il portiere Mercuri è costretto ad abbandonare il campo per un colpo in testa fortuito nello scontro involontario con Tompte. Si avvicina il 90’ e un giro d’orologio prima il Carpaneto trova il pareggio: Sylla entra in area, entra in contatto con Vesi, per l’arbitro è rigore (nonostante le vibranti proteste ospiti per un fischio inatteso), dal dischetto va Rantier che è freddo e non perdona per il 2-2. Sei minuti di recupero, che poi diventano sette, un paio di corner ospiti poi il Carpaneto può festeggiare il punto d’oro.

 

LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA:

Giuseppe De Gradi (Vigor Carpaneto 1922): “Abbiamo disputato una buona partita, provando a fare il nostro gioco contro una grande squadra. Abbiamo cercato di limitare i danni, poi siamo riuscire a pareggiare in extremis, ma credo meritatamente. L’episodio del rigore? Io ero lontano, tante volte abbiamo subito situazioni simili contro verso il 90’, questa volta l’arbitro ha fischiato a nostro favore. Siamo riusciti a rimontare due volte una rete di svantaggio e abbiamo conquistato un risultato importante contro una squadra che ha grandi qualità non solo in undici giocatori, ma anche in chi è a disposizione”.

Diego Tognassi (difensore Vigor Carpaneto 1922): “Abbiamo messo in campo sia gioco sia agonismo contro una squadra di indiscutibile valore come il Rimini. Abbiamo avuto personalità e il pareggio ci può stare; è un risultato estremamente positivo per noi, sia per il punto sia per il gioco espresso. Ora guardiamo alla partita di domenica (a domicilio della Correggese, ndc) con le convinzioni che ci siamo costruiti già sabato scorso a Montevarchi e anche in questa partita”.

Scott Arlotti (attaccante Rimini): “Ho avuto influenza e vomito in nottata, ma già dal mattino stavo meglio. Bene il gol e l’assist, meno il risultato di squadra, anche se prosegue la striscia positiva. Peccato per aver subìto il 2-2 di rigore nel finale, perché eravamo tutti concentrati. Ora pensiamo alla partita di domenica contro la Sammaurese, concentrandoci su noi stessi e cercando di riprenderci i punti in più che non sono arrivati a Carpaneto”.

 

VIGOR CARPANETO 1922-RIMINI 2-2

VIGOR CARPANETO 1922: Mercuri (85’ Errera), Pizza, Tinterri, Mastrototaro, Fogliazza, Tognassi, Rossi (79’ Favari), Abelli (59’ Minasola), Rantier, Mauri, Sylla. (A disposizione: Ghidotti, Tura, Spagnoli, De Piano, Dias Consulin, Terranova). All.: Rossini (squalificato, in panchina De Gradi)

RIMINI: Scotti, Romagnoli (77’ Tompte), Brighi, Vesi, Pasquini (53’ Mazzavillani), Valeriani, Righini (59’ Montanari), Guiebre, Arlotti, Traini (67’ Buonaventura), Cicarevic (83’ Petti). (A disposizione: Rapisarda, Cola, Simoncelli, D’Addario). All.: Righetti (squalificato, in panchina Martini)

ARBITRO: Costanza di Agrigento (assistenti Agostino di Sesto San Giovanni e De Cristofaro di Rovereto)

RETI: 6’ Arlotti (R), 65’ Tognassi (V), 76’ Buonaventura (R), 89’ rig Rantier (V)

NOTE: Ammoniti Pizza, Rossi (V), Pasquini, Tompte(R). Corner 4-5, recupero 1’ e 7’, spettatori 300.

 

Nella foto, l'esultanza di Diego Tognassi (Vigor Carpaneto 1922) dopo il gol del momentaneo 1-1 contro il Rimini

 

Condividi su:
U.S.D. Vigor Carpaneto 1922 - Via San Lazzaro, 1 - 29013 Carpaneto P.no (PC) - P.IVA 01275680336

Home  |   Privacy  |   Cookies  |