Home  -   Area Riservata  -   Archivio
EcoMuseo del Pianalto di Romanengo

Sezioni principali del sito

Serie D girone D, la Vigor Carpaneto 1922 riparte da un punto: 0-0 con il Mezzolara


I biancazzurri di Rossini (senza lo squalificato Sylla e – in extremis – l’infortunato Rantier) reagiscono al ko di Lentigione e smuovono la classifica

Un riscatto a metà, con un punto conquistato che comunque muove la classifica. Dopo la sconfitta di domenica scorsa a Lentigione (2-1), la Vigor Carpaneto 1922 riparte con un pareggio casalingo ottenuto nel turno infrasettimanale casalingo contro il Mezzolara. Zero a zero il risultato finale, con un match dapprima statico poi diventato vibrante nella ripresa, con un finale pimpante. Per la squadra di Stefano Rossini, con ogni probabilità non la miglior partita della stagione, sebbene si possano considerare due fattori: le assenze importanti in attacco (squalificato Sylla e – in extremis – infortunato Rantier, vittima di un problema a una caviglia) e la volontà di provarci fino alla fine, recupero compreso con l’occasione d’oro capitata al 93’ a Mauri.

Per il Carpaneto, comunque, è arrivato un punto utile per rimpinguare una classifica che vede i biancazzurri al decimo posto con 29 punti, tenendo a -1 la Pianese e staccando di una lunghezza la Sammaurese, battuta dal Romagna Centro che ha superato Fogliazza e compagni.  Archiviato l’ottavo pareggio stagionale, la Vigor si preparerà al match di domenica a domicilio dell’Imolese, quinta forza del campionato, in una partita che chiuderà il trittico ravvicinato di incontri.

LA PARTITA – Al fischio d’inizio, Rossini recupera capitan Fogliazza (out domenica scorsa per il mal di schiena) e lo schiera dall’inizio in coppia con Tognassi nel cuore della retroguardia. In avanti, invece, Bernasconi viene adattato a centravanti, con Minasola e Terranova di supporto nel tridente offensivo.

Al 10’ il tecnico biancazzurro deve rivedere il proprio undici titolare, complice l’infortunio di Zito, uscito in barella dopo un contrasto (giudicato falloso e punito con un cartellino giallo dall’arbitro) con un avversario. Al suo posto entra Tura, posizionato nello stesso ruolo di terzino destro. Al 28’ la panchina del Mezzolara protesta per un contatto in area locale tra lo stesso Tura e Bolelli, ma per Valentina Finzi è tutto regolare. Minuto 35’: Terranova subisce fallo tuttavia non ravvisato, i bolognesi conquistano palla, Pappaianni crossa per Gavoci che incorna a lato. Lo stesso Terranova si rende pericoloso tre minuti dopo con un tiro dalla distanza respinto da Malagoli, mentre al 40’ Tommasini viene disturbato in extremis dalla conclusione ravvicinata in seguito a un lungo lancio proveniente dalla sinistra.

Nella ripresa, la Vigor prova a rendersi pericolosa al 49’con Minasola (tiro respinto), mentre è una palla inattiva a far venire i brividi ai tifosi piacentini, con la conclusione da distanza ravvicinata di Chmangui terminata a lato (55’). Rossini inserisce Pizza per Tognassi e De Piano per Rossi, poi nella seconda parte del match i padroni di casa crescono di tono, a caccia del gol-vittoria. Al 66’ Terranova si fa parare la conclusione, mentre la girata con il contagiri di Bernasconi al 79’ va vicina al palo alla sinistra del portiere ospite. Un legno (traversa) che viene effettivamente colpito all’84’ da Minasola, anche se si era alzata la bandierina dell’assistente per fuorigioco, mentre nei quattro minuti di recupero l’occasione d’oro capita al 93’ a Mauri, la cui incornata su cross di Minasola termina clamorosamente a lato.

LE DICHIARAZIONI POST-GARA:

Stefano Rossini (tecnico Vigor Carpaneto 1922): “Non abbiamo disputato una buona prestazione nel complesso e non mi è piaciuto l’atteggiamento: siamo stati un po’ molli, non arrivavamo mai per primi nelle seconde palle. Nel primo tempo abbiamo disputato una discreta partita a livello tecnico contro una squadra chiusa, ma dovevamo essere più bravi a capire dall’inizio di dover allargare il gioco. Nella ripresa, abbiamo commesso diversi sbagli e non eravamo tatticamente messi al meglio, ma questo deriva anche un po’ dall’atteggiamento. Io guardo la prestazione, poi è chiaro che anche in questo contesto abbiamo avuto tante occasioni e potevamo vincere, come viceversa non siamo stati puniti in alcune circostanze. Creiamo tanto, ma ci manca la cattiveria per far gol anche in partite come queste: bisogna migliorare”

 

Christian Ferrante (tecnico Mezzolara): “Credo che il pareggio sia un risultato giusto, abbiamo avuto un buon approccio alla gara, giocando un bel primo tempo e avendo un’occasione con Tommasini, contrastato in extremis al momento del tiro. Poi abbiamo avuto alcuni problemi fisici nei centrali difensivi e abbiamo dovuto cambiare modulo, passando a tre punte con uno schieramento più offensivo che giocoforza ha concesso qualcosa a una squadra come il Carpaneto che ha disputato un’ottima gara”.

 

VIGOR CARPANETO 1922-MEZZOLARA 0-0

VIGOR CARPANETO 1922: Errera, Zito (10’ Tura), Barba, Mastrototaro, Fogliazza, Tognassi (60’ Pizza), Terranova (74’ Tinterri), Rossi (64’ De Piano), Bernasconi, Mauri, Minasola. (A disposizione: Mercuri, Spagnoli, Ghidotti). All.: Rossini

MEZZOLARA: Malagoli, Pappaianni, Mrsuja, Menarini (87’ Tomatis), Chmangui (69’ Sala), Bagnai, Melli, Bolelli, Gavoci (77’ Raspadori), Mutti (67’ Rigon), Tommasini. (A disposizione: Celeste, Pelliconi, Grandini, Dongellini, Maini). All: Ferrante

ARBITRO: Valentina Finzi di Foligno (assistenti Faini di Brescia e Cortinovis di Bergamo)

NOTE: Ammoniti Zito, Bernasconi, Tinterri (V), Chmangui, Pappaianni (M).Spettatori 200, recupero 0’ e 4’.

 

Nella foto, Samuele Barba (Vigor Carpaneto 1922) in azione contro il Mezzolara

 

 

 

Condividi su:
U.S.D. Vigor Carpaneto 1922 - Via San Lazzaro, 1 - 29013 Carpaneto P.no (PC) - P.IVA 01275680336

Home  |   Privacy  |   Cookies  |