Home  -   Area Riservata  -   Archivio
EcoMuseo del Pianalto di Romanengo

Sezioni principali del sito

Serie D girone D, De Gradi sprona la Vigor Carpaneto 1922: “Migliorare nella cattiveria agonistica e continuare a lavorare, ma mantenendo la serenità”


Il coordinatore tecnico biancazzurro fa il punto della situazione dopo la sconfitta casalinga contro Montevarchi (0-1) e in vista dell’infrasettimanale di Rimini

Niente drammi, ma continuare a lavorare, mettendoci il massimo impegno e cercando miglioramenti sul campo. In casa Vigor Carpaneto 1922, all’indomani della sconfitta interna contro l’Aquila Montevarchi (0-1) a parlare è il coordinatore tecnico Giuseppe De Gradi, arrivato nelle scorse settimane in terra piacentina insieme a Stefano Rossini, nuovo tecnico che ha preso il posto dell’esonerato Alberto Mantelli.

L’analisi di De Gradi (già vice di Walter Novellino, con cui ha condiviso per esempio le esperienze a Modena e a Palermo, mentre da calciatore ha militato in serie A con Como e Perugia, oltre a vestire la casacca del Piacenza in C1 e in B) parte dal ko casalingo di domenica scorsa.

“Nel primo tempo – spiega – siamo andati in difficoltà e abbiamo avuto una frazione di sofferenza, giocando molto bassi e soffrendo la fisicità e l’aggressività dell’avversario. Sotto 1-0, nella ripresa siamo andati molto meglio, alzando il baricentro e conquistando alcune chance per pareggiare la partita”. Quindi aggiunge. “Bisogna fare di più e migliorare, mettendoci più fame e cattiveria agonistica, oltre a maggiore determinazione verso il gol. Le qualità ci sono, soprattutto nei giovani, ma da sole non bastano”.

Attualmente la Vigor Carpaneto 1922 si trova al quart’ultimo posto (zona play out) con sette punti all’attivo in otto giornate, tutti conquistati in trasferta. In casa, invece, prosegue il trend negativo. “Non credo – osserva De Gradi -  ci sia un motivo particolare, anche perché le partite sono decise dagli episodi: a Sansepolcro siamo riusciti a pareggiare in extremis, mentre domenica contro Montevarchi il loro portiere ha fatto un miracolo su Rantier. Ci sono, invece, gli errori commessi, sui quali bisogna lavorare per migliorare”.

Il match perso contro l’Aquila ha aperto il trittico ravvicinato dei biancazzurri che proseguirà mercoledì con la trasferta di Rimini e si completerà domenica con il match casalingo contro la Correggese. “Dobbiamo affrontare – afferma il coordinatore tecnico biancazzurro – una partita alla volta; bisogna stare sereni e tranquilli, continuando a lavorare, perché nel calcio parla solo il campo”.

 

Nell’immagine Maurizio Hobby Foto, Giuseppe De Gradi, coordinatore tecnico della Vigor Carpaneto 1922

 

 

Condividi su:
U.S.D. Vigor Carpaneto 1922 - Via San Lazzaro, 1 - 29013 Carpaneto P.no (PC) - P.IVA 01275680336

Home  |   Privacy  |   Cookies  |