Home  -   Area Riservata  -   Archivio
EcoMuseo del Pianalto di Romanengo

Sezioni principali del sito

Per la Vigor Carpaneto 1922 beffa incredibile a Luzzara: finisce 1-1


La squadra di Lucci, in vantaggio 1-0, subisce il pareggio in pieno recupero dopo una sosta forzata di quasi mezz'ora a causa di un black out elettrico

Una beffa in piena regola, anzi sembra quasi un copione perfetto di un film amaro. E' un pareggio carico di rabbia quello firmato dalla Vigor Carpaneto 1922 nel match infrasettimanale di Luzzara; in terra reggiana, è arrivato un 1-1 che non può accontentare la squadra di Lucci, mentre per l'avversario è un punto d'oro. Il perché sta tutto nel finale rocambolesco, con la Vigor meritatamente in vantaggio 1-0 fino all'87' e indirizzata verso gli ennesimi tre punti stagionali. Poi cosa succede? Si spengono i fari dello stadio "Compagnoni" e il match rimane fermo 25 minuti per poi riprendere per i dieci minuti finali in un clima agonisticamente a dir poco acceso. In pieno recupero, il Carpaneto subisce un calcio di rigore che regala il pareggio ai reggiani. Sicuramente non una serata fortunata, visto l'andamento rocambolesco, anche se nel calcio può succedere di tutto e - a parti invertite - la Vigor aveva piazzato il colpo del ko a Colorno proprio in questo modo (senza black out ovviamente). Per il resto, alla squadra di Lucci non si può imputare alcunché sulla prestazione, visto che nella ripresa il Luzzara non aveva mai impegnato Serena. L'unico appunto può essere il non aver saputo chiudere la partita, cosa che era possibile con un'occasionissima sul finire del primo tempo e con il palo colpito all'83' sempre a firma di Bertelli.
Con questo pareggio, la Vigor scivola al terzo posto condiviso con la Fidentina, ora a -3 dalla capolista Castelvetro (vittoriosa contro il Fiorano) e scavalcata dal Colorno. Domenica altro esame tosto per il Carpaneto, che ospiterà la temibile Casalgrandese.
LA PARTITA - Per il secondo match in 72 ore, Lucci opera qualche cambio rispetto alla formazione di partenza vittoriosa domenica scorsa contro il Pallavicino (2-1). Nell'undici iniziale, per esempio, non figurano il difensore centrale Alberici, il regista Ruffini e l'attaccante Delporto, con questi ultimi due in panchina. Niente posto da titolare nel Luzzara anche per gli attaccanti Martino e Piro, con Tagliafierro a guidare il reparto offensivo reggiano, mentre quello piacentino è composto da Piccolo al centro, affiancato da Lucci a sinistra e da Bertelli a destra.
Il match (posticipato di un quarto d'ora per problemi viabilistici in autostrada) inizia con un sostanziale equilibrio. La Vigor prova a impostare il gioco, mentre il Luzzara fa capire di essere una squadra molto temibile nelle ripartenze. La prima occasione è del Carpaneto, che al 15' sfiora il vantaggio con una conclusione a effetto di Armani, alzata in corner dall'attento Fava. Tre minuti più tardi, i piacentini ci provano con Andrea Lucci, autore di un tiro dal limite che termina alto. Brividi biancazzurri al 23', quando un buco nel cuore della difesa fa involare Michelini verso Serena, ma l'attaccante locale svirgola dopo il tu per tu con il portiere. Scampato il pericolo, al 34' la Vigor trova il vantaggio: girata vincente di Compiani dal limite dell'area su una ribattuta della difesa locale, con la palla che si insacca nell'angolo più lontano per una realizzazione da applausi. Il Luzzara prova a rialzarsi e al 41' un taglio di Traorè non viene capitalizzato dallo stesso numero sette di casa, mentre allo scadere il Carpaneto non sfrutta un contropiede quattro contro uno innescato da Lucci, perché Bertelli si fa murare al tiro da Fava.
Nella ripresa, il taccuino si riempie solo di cambi, perché le occasioni lasciano spazio a una battaglia calcistica in campo, fomentata dal caldo pubblico di casa e non sempre gestita in modo impeccabile dal direttore di gara. I nervi sono a fior di pelle: al 77', su segnalazione di uno dei due assistenti, il direttore di gara allontana dalla panchina Piccolo (precedentemente sostituito). Contemporaneamente, Compiani è costretto a uscire per infortunio (colpo sotto il mento), avvicendato da Strozzi. All'83' Bertelli prima colpisce il palo poi sulla respinta non trova il 2-0 che farebbe calare il sipario sul match. All'87' il colpo di scena che non ti aspetti: un black out spegne i riflettori. Nel frattempo, Compiani viene trasportato per precauzione all'ospedale di Guastalla (per fortuna senza complicazioni), mentre la partita subisce una sosta forzata di 25 minuti. Poi si riparte, con un nulla di fatto nei tre minuti regolamentari, seguiti dai cinque di recupero. Al 93' l'episodio decisivo: sfortunato fallo di mani in area di Bersanelli, rigore e realizzazione di Tagliafierro per il definitivo 1-1.

LUZZARA-VIGOR CARPANETO 1922 1-1
LUZZARA: Fava, Meneghinello D., Nese (73' Meneghinello M.), Scappi, Zendeli (53' Daolio), Magro, Traorè (74' Martino), Toniato, Guastalla, Tagliafierro, Michelini. (A disposizione: Pradella, Mussini, Camillo, Piro). All.: Dall'Asta
VIGOR CARPANETO 1922: Serena, Pignatiello, Barba, Bersanelli, Fumasoli, Lovattini, Compiani (77' Strozzi), Armani, Piccolo (68' Delporto), Lucci A. (60' Ruffini), Bertelli. (A disposizione: Filippini, Girola, Caporali, Perazzi). All.: Lucci S.
ARBITRO: Ferrari di Modena (assistenti D'Andrea e Selvaggio di Parma)
RETI: 34' Compiani (C),  90'+3' rig. Tagliafierro (L)
NOTE: Ammoniti: Lovattini, Lucci, Barba, Bersanelli (V), Traorè, Toniato, Michelini (L)
Al 77' espulso Piccolo dalla panchina


Condividi su:
U.S.D. Vigor Carpaneto 1922 - Via San Lazzaro, 1 - 29013 Carpaneto P.no (PC) - P.IVA 01275680336

Home  |   Privacy  |   Cookies  |